image
+39 035 0075083 info@fastplan.it
Gazzetta UE: Pubblicato regolamento proroghe CQC, patenti e revisioni

Gazzetta UE: Pubblicato regolamento proroghe CQC, patenti e revisioni

Lo scorso 23 febbraio è stato pubblicato nella Gazzetta UE il nuovo regolamento comunitario con le proroghe dei termini di validità di CQC, patenti e revisioni legate al settore Autotrasporto.

Visto il protrarsi dell’emergenza sanitaria in corso e alle difficoltà che si presentano nello svolgimento delle pratiche amministrative del Regolamento UE 2020/698 dello scorso maggio, la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il regolamento che sarà applicato il 6 marzo del 2021.

Tale regolamento sarà applicato al trasporto stradale e agirà sulla formazione, sulle patenti guida, sulle revisioni dei veicoli, sulla revisione dei tachigrafi, sulle licenze comunitarie e copie conformi, così come sulle carte e attestati dei conducenti.

Anche è stato stabilito e chiarito dal regolamento che l’idoneità̀ finanziaria e requisito dello stabilimento, da dimostrare tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021, si possono dimostrare entro il termine fissato dall’autorità̀ competente, comunque e  non oltre i 12 mesi.

Formazione periodica settore trasporto stradale

Ci sarà una proroga di mesi per il completamento della formazione periodica in scadenza fra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021.

Di conseguenza, la proroga applica al codice 95 riportato sulla patente guida, sul CQC e sulla carta di qualificazione del conducente con una scadenza che va dal 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021 (in base alla proroga stabilita dal regolamento 2020/698) è estesa di altri 6 mesi o fino al 1° luglio 2021.
Le CQC in scadenza tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021 sono prorogate di 10 mesi dalla data di scadenza indicata su ciascuna di tali carte.

Patenti di guida del conducente

Tutte le patenti guida dei conducenti con scadenza tra il 1°settembre 2020 e il 30 giugno 2021 sono prorogate di 10 mesi dalla data di scadenza indicata. Per le licenze la cui proroga stabilita dal precedente regolamento (2020/698) con scadenza tra il 1°settembre 2020 e il 30 giugno 2021, ci sarà un’ulteriore estensione di 6 mesi, con la specifica di non andare oltre al 1° luglio 2021.

Revisione autoveicoli e certificati di revisione

Per quanto riguarda le revisioni degli autoveicoli e i certificati di revisione veicolari che abbiano dei controlli tecnici da effettuarsi tra il 1°settembre 2020 e il 30 giugno 2021 vale la stessa proroga di 10 mesi.

Revisione Periodica dei Tachigrafi

Ci sarà lo stesso rinvio di 10 mesi per la revisione periodica dei tachigrafi che dovranno effettuarsi tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021.

Licenze comunitarie, copie conformi e attestati del conducente

Tutte le licenze comunitarie, copie conformi e attestati del conducente con scadenza tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021 rimarranno valide per altri 10 mesi.

Rinnovo e sostituzione della carta del conducente

Per la richiesta del rinnovo della carta del conducente presentata tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021, specifica che dovrà essere evasa entro 2 mesi dalla richiesta. Fino a quando il conducente non riceverà la nuova carta saranno ammesse registrazioni manuali. In quanto alla sostituzione della carta del conducente, a condizione di presentare una prova che attesti che la carta è stata restituita e che è stata richiesta la sostituzione.

Per ulteriori informazioni, FAI CLICK SU QUESTO LINK!

Per ottimizzare e organizzare al meglio la gestione dei tuoi autoveicoli, contattaci per una CONSULENZA GRATUITA!

Scrivici!

Richiedi la tua Consulenza gratuita nel settore Autotrasporto!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Gestione Autotrasporti durante la crisi

Gestione Autotrasporti durante la crisi

Non c’è dubbio alcuno che la gestione degli autotrasporti sia cambiata durante la crisi generata per l’emergenza sanitaria in corso durante tutto l’anno 2020. Come conseguenza, l’anno entrante 2021 sarà un anno pieno di sfide che richiederà dei forti aggiustamenti e aggiornamenti da parte di tutte le aziende italiane in generale.

Su questo articolo ci focalizzeremmo nelle aziende di autotrasporto, ma i consigli che stiamo per elencare, potrebbero applicarsi a qualsiasi tipologia di azienda di produzione oppure di servizi.

Le principali azioni da intraprendere nel settore autotrasporto e logistica nei momenti di difficoltà sono:

  1. Analisi Finanziaria
  2. Promozione Aziendale
  3. Strategia Commerciale
  4. Riorganizzazione
  5. Equilibrio

Analisi Finanziaria di un’azienda di autotrasporti

La verità della realtà attuale è che ci saranno sempre delle crisi e delle sfide da affrontare, indipendentemente del coronavirus o qualsiasi crisi sanitaria attuale o futura.

L’unica soluzione che c’è a disposizione è riuscire a adattarsi. Per farlo, la prima domanda che ci si deve fare come titolare di un’azienda di autotrasporti oppure di qualsiasi azienda che gestisca automezzi è:

Sappiamo la percentuale dei nostri costi fissi?

Costi autotrasporto: costi fissi e costi variabili

I costi fissi sono tutti quei costi che abbiamo indipendentemente dal nostro fatturato, come Personale, Affitti, Mutui, Luce, Riscaldamento, Commercialista, Consulente del lavoro, ecc. … Mentre i costi variabili sono quelli che variano in funzione dell’operato o fatturato. Più si lavora, più i costi variabili aumentano. I costi variabili nell’autotrasporto sono: il carburante, l’autostrada, la manutenzione, ecc.….

I primi numeri da tenere sotto controllo sono i costi variabili e i costi fissi, perché se cala il fatturato, si deve lavorare sui costi fissi. Per rimanere in piedi come autotrasportatori nei momenti di difficoltà, ci si può aiutare con la “cassa integrazione” per pagare il personale, come costi variabili, ci sarà una riduzione del carburante perché il fatturato calerà e così via dicendo. La chiave rimane in tenere sotto controllo tutti gli aspetti finanziari dell’azienda per riuscire a utilizzare al meglio le risorse a disposizione.

Un consiglio: Tieni d’occhio il fatturato mensile per riuscire a scalare da lì tutti i costi fissi e variabili e poi tiri via da lì anche una quota al mese di ammortamento.

Per il costo del personale devi calcolare il costo lordo più tutti i ratei (13° 14° Tfr ferie non godute). A quel punto riuscirai a capire quanto utile avrai prodotto nel mese.

Liquidità aziendale in un’azienda di trasporti

Altro dato fondamentale da tenere d’occhio tutti i mesi sarà la tua liquidità. Dobbiamo guardare tutti i mesi quanto denaro abbiamo speso e quanto ne abbiamo incassato. Questo dato, in questo periodo, è forse più importante del primo (quello relativo all’utile). Non che il dato dell’utile non sia importante anzi, ma la liquidità sarà quella che ti consentirà di rimanere in vita. Te puoi anche fare buoni utili ma se poi i clienti non ti pagano come farai a pagare tutti i tuoi costi operativi?

Se dopo avere fatto questi conti vedi che tutto sommato stai in piedi allora devi focalizzarti su come fare per non perdere troppo fatturato, quindi non fermarti e continua con la promozione della tua azienda.

Promozione Aziendale nell’autotrasporto

Tante aziende di autotrasporto appena vedono calare il fatturato, il primo taglio ai costi che fanno è sulla promozione aziendale. Niente di più sbagliato!

È proprio in momenti come questo che non devi fermarti perché questi non sono costi ma investimenti.

La prima domanda che ti devi fare quando fai marketing è questa: quante persone conoscono i nostri prodotti o servizi? Non è mai abbastanza…. E come fare allora?

Bisogna PROMUOVERE e RAFFORZARE IL MARCHIO la nostra attività attraverso più canali: social media, newsletters, video, Google Ads, ecc.… queste azioni ti serviranno per renderti visibile nel caso in cui qualcuno abbia bisogno dei tuoi servizi.

Tante volte ti ritroverai a spendere soldi in sponsorizzate e a volte sembrerà che non ti ritorni nulla, ma non devi mollare, devi persistere perché tutto ritornerà in visibilità e forza per il tuo marchio. Fatti seguire da una persona capace che sia in grado di forniti dati come:

  • Che giorni della settimana ti vedono di più e in quali orari
  • Quali sono i post più cliccati
  • Dove si trovano i tuoi utenti
  • Da quali dispositivi si collegano al tuo sito
  • Riesca a darti un riassunto con dei grafici sull’andamento della tua presenza online e delle tue campagne

Solo avendo sottomano tutti i dati, riuscirai a introdurre delle strategie che ti permetteranno di arrivare a raccogliere dei contatti diretti interessati al tuo prodotto o servizio grazie a una strategia commerciale efficace.

Strategia commerciale nell’autotrasporto

Dopo aver attuato un piano di promozione che ti permetterà avere visibilità su diversi fronti e raccogliere diverse informazioni utili, dovrai stabilire una strategia commerciale che ti permetta di raccogliere tutti i giorni dei contatti diretti.

Oltre a contattare i potenziali clienti potenziali che ti arriveranno grazie alle attività di promozione, dovrai elaborare un piano per suonare campanelli e fare degli appuntamenti telefonici. Questa è un’azione vincente.

Per fare 20 campanelli, ci vuole mezza giornata. Lo scopo principale dell’attività dei campanelli è quella di prendere il biglietto da visita dell’azienda e del responsabile che segue i trasporti. Una volta ottenuto il contatto diretto, si torna in azienda per mandare una lettera di presentazione con scritto:

“Buongiorno, oggi ho avuto il piacere di venire a visitare la vostra azienda. Io mi chiamo……. E mi occupo…… mi piacerebbe fissare un incontro conoscitivo al fine di presentarle nel dettaglio i nostri servizi………”

Questa azione è da fare tutti i giorni. 20 contatti al giorno corrispondono a 400 mese!

Quando si torna in azienda si trascriveranno tutti i contatti raccolti in un data base che si consegnerà al responsabile marketing. Questo data base ha un valore immenso, giacché si potranno inviare costantemente delle comunicazioni che ci permetteranno di stabilire un rapporto con il cliente potenziale.

Un’altra azione da fare è quella di scaricare delle liste aziendali da internet per telefonarle e provare a fissare un appuntamento. La finalità sarà quella di direttamente con il responsabile del trasporto e logistica o con il titolare aziendale per fissare un appuntamento. L’obbiettivo sarà quello di raggiungere 30 contatti al giorno.

Dedicando mezza giornata a fare campanelli o telefonate, potrai dedicare il resto della giornata a elaborare preventivi e fare degli appuntamenti. Con il tempo riuscirai a fare più appuntamenti e meno telefonate o visite a freddo. La perseveranza sarà fondamentale, non mollare la presa. Appena si riuscirà ad avere dei momenti liberi, si deve continuare a fare delle telefonate e a suonare dei campanelli.

Seguendo queste azioni, riuscirai a fare cento clienti nuovi all’anno. Comprovato statisticamente!

Con tanti clienti nuovi, dovrai riorganizzare il tuo modo di lavorare per ottimizzare le tue risorse ed efficientare i tuoi processi.

Riorganizzazione nella gestione di automezzi, trasporto e logistica

Grazie alle azioni fin qui descritte otterrai molto, ma grazie alla riorganizzazione riuscirai a fare la vera differenza per la tua azienda di trasporto.

Bisognerà guardare tutti i tuoi processi attuali, cercando l’aiuto di un consulente aziendale in materia che sia esterno all’azienda. Perché essendo all’esterno dell’azienda, riuscirà a vedere meglio le aree di opportunità. L’obbiettivo sarà di raggiungere più risultati con meno sforzo. Alleggerendo il carico di lavoro, ti consentirà di gestire più carico di lavoro con meno collaboratori. Come conseguenza aumenterai il tuo fatturato con meno spesa. Come risultato, aumenterai il tuo utile.

Diventerà fondamentale aiutarti con un gestionale di automezzi, trasporto e logistica che riesca ad organizzare al meglio il lavoro ottimizzando meglio i viaggi con un risparmio significativo, grazie all’ottenimento di dati aggiornati in tempo reale. Con un gestionale specializzato e di facile intuizione come FastPlan Software riuscirai ad ottenere maggiori guadagni.

Cercare l’equilibrio nel trasporto e logistica

Trovare l’equilibrio in azienda è una vera sfida per qualsiasi imprenditore. Si deve motivare e gestire al meglio il personale, perché senza l’avere una strategia di lavoro e senza la giusta guida, indipendentemente di tutte le azioni che si prenderanno, i soldi non basteranno mai!

La vera sfida è riuscire a trovare un equilibrio all’interno dell’azienda, tra le persone e le aree di lavoro. Quando si arriverà ad avere un equilibrio in azienda, si riuscirà a fare veramente dei buoni utili.

Autotrasporto: Come aumentare il fatturato e gli utili?

L’unica frase e consiglio che aiuta a qualsiasi azienda ad aumentare il fatturato e generare degli utili, sia questa un’azienda di autotrasporto oppure di produzione o servizi vari è:

“Trasforma la tua paura in opportunità”

La crisi del 2009 ci ha fatto capire che il mondo è cambiato per sempre e che bisognava spingere di più per portare a casa dei risultati a livello commerciale, adesso con quest’emergenza sanitaria del Covid-19, tante aziende di autotrasporto si sono viste nella necessità di riorganizzare il loro lavoro e ripensare ai loro processi. Si entra in un’era più digitale, in cui il fatto di avere dei risultati corretti, chiari e aggiornati in tempo reale diventa la chiave per prendere decisioni che saranno di fondamentale importanza per il futuro della tua azienda.

FastPlan Software è il gestionale semplice, pratico e intuitivo che aiuta alle aziende di autotrasporto a ottimizzare le loro risorse con dati chiari e aggiornati, permettendo in questa maniera di ottenere grandi risparmi e generare di conseguenza più utilità.

Contattaci e ricevi una consulenza gratuita, accompagnata da una demo, dal gestionale fatto dai trasportatori per i trasportatori!

Scrivici!

Comincia a gestire la tua azienda di autotrasporti al meglio durante la crisi!

Scrivici!

Richiedi la tua dimostrazione gratuita. Lascia il tuo messaggio!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Sanilog e Covid-19: Proroga Scadenza Contributiva

Sanilog e Covid-19: Proroga Scadenza Contributiva

Vista la situazione attuale dello stato di emergenza causato dalla seconda ondata del Covid-19, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa a favore dei dipendenti delle aziende che applicano il CCNL logistica, trasporto merci e spedizione (Sanilog)  rinnova la sua vicinanza al settore autotrasporti, pubblicando la circolare n.9 del 9 Ottobre 2020, con la quale concede un’ulteriore proroga alla scadenza contributiva di due mesi per il versamento di competenza del primo semestre 2021.

Come effettuare il versamento contributivo Sanilog?

Il versamento potrà essere effettuato tramite modello F24 entro il 16 gennaio 2021, ed è pari a 60€ per ciascun lavoratore, non in prova a tempo indeterminato compreso l’apprendista in forza alla data del 31 ottobre 2020.

Per garantire l’attivazione della copertura sanitaria ai lavoratori aventi diritto, l’azienda deve accedere alla propria area riservata del sito fondosanilog.it, all’interno del periodo che va dal 2 al 16 novembre 2020. Per verificare la correttezza dell’elenco della forza lavoro presente nella distinta di contribuzione del “I semestre 2021” ed effettuare la registrazione di eventuali nuove assunzioni o cessazioni.

Data prevista scadenza contributiva: 16 gennaio 2021

L’eventuale pagamento effettuato in ritardo da parte dell’azienda oltre il termine previsto per il 16 gennaio 2021, comporterà la sospensione immediata della copertura sanitaria dei dipendenti con decorrenza dal 1° gennaio 2021, ferme restando le prestazioni sanitarie già erogate all’iscritto nel periodo di proroga.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti, potete scaricare direttamente qui la circolare N.9 del 9 ottobre 2020!

FastPlan Software insieme ai trasportatori

FastPlan Software è un gestionale pratico, semplice e intuitivo per avere un monitoraggio continuo degli automezzi, trasporto e logistica.

Per questo motivo su questo blog vogliamo trasmettere tutte le informazioni pertinenti riguardo al settore autotrasporto e logistica.

Vorresti gestire al meglio i tuoi automezzi e risparmiare? Contattaci per una consulenza e dimostrazione gratuita del software senza impegno!

Scrivici!

Richiedi la tua dimostrazione gratuita. Lascia il tuo messaggio!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

DL Agosto: Misure per Strada e Trasporto su Gomma

DL Agosto: Misure per Strada e Trasporto su Gomma

Finalmente è stato approvato il decreto legislativo di agosto detto anche DL agosto dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.In questo articolo ci focalizzeremmo sulle misure che riguardano la strada e il trasporto su gomma.

Fra le più importanti delle misure proposte e inserite nel decreto del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per il trasporto su gomma, ci sono i 5 milioni di euro per la deduzione di spese non documentate come misura di riduzione del reddito imponibile in favore dell’autotrasporto. Mentre per la Strada, ci saranno a disposizione 200 milioni per la messa in sicurezza di ponti e viadotti esistenti così come per le realizzazioni di nuovi ponti.

Fra le altre misure segnalate per il trasporto su strada ci saranno a disposizione:

  • 400 milioni per il trasporto pubblico locale;
  • 30 milioni di euro di misure compensative per i minori ricavi in favore delle aziende di trasporto passeggeri con autobus non soggetti a obblighi di servizio pubblico;
  • 35 milioni di euro per l’erogazione di bonus taxi e NCC utilizzabili per i trasferimenti cittadini dalle categorie sociali svantaggiate con un ampliamento della platea dei fruitori a coloro che versano in stato di difficoltà;
  • 67 milioni di euro per il rinnovo degli autobus utilizzati per i servizi turistici nonché per il rimborso delle rate e dei canoni di leasing relativi all’acquisto di autobus effettuati tra gennaio 2018 e febbraio 2020

Ci sono altre misure del MIT a disposizione per le seguenti categorie:

  • Porti e crociere;
  • Nautica e concessioni demaniali;
  • Trasporto Aereo;
  • Gestione delle acque di Venezia;

Che potete consultare direttamente e accedere alle agevolazioni direttamente sul link: DL agosto: Le misure del MIT

Per maggiori informazioni su come effettuare la gestione di automezzi, trasporto e logistica per tutti gli autotrasportatori specializzati nel trasporto su gomma;  contattateci gratuitamente per richiedere una consulenza gratuita su come risparmiare e generare più redditività con la Vostra attività!

Compila il form per richiedere una consulenza e una dimostrazione gratuita di FastPlan Software!

Scrivici!

Contattaci per una consulenza gratuita e richiedi la tua dimostrazione gratuita!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Utilizzo del cronotachigrafo: Novità 2020

Utilizzo del cronotachigrafo: Novità 2020

Il cronotachigrafo e la sua importanza nei veicoli commerciali

Il cronotachigrafo, detto anche tachigrafo, è un dispositivo installato obbligatoriamente sui veicoli adibiti al trasporto di merce e materiali di peso complessivo alle 3,5 tonnellate come autocarri, autotreni e autoarticolati e sui mezzi adibiti al trasporto passeggeri come autobus o autosnodati con un numero superiore di nove persone, compreso l’autista.

Il cronotachigrafo analogico o il tachigrafo digitale è obbligatorio nell’area della comunità europea secondo l’articolo 179, comma 1 del Codice della strada nei casi previsti dal Regolamento (CEE) n. 3281/85″, il quale è stato sostituito dal Regolamento (UE) 165/2014.

Il suo scopo principale è quello di monitorare e verificare gli orari di lavoro dei conducenti per assicurare la sicurezza stradale. Gli orari di lavoro massimi consentiti per i conducenti o dipendenti sono differenti a seconda che il lavoratore rientri o meno nella categoria del “lavoratore mobile”.

Le novità sull’utilizzo del tachigrafo nel 2020

Lo scorso 3 di luglio del 2020 con una circolare, il ministero dell’Interno ha fornito alcuni chiarimenti sul corretto utilizzo del tachigrafo digitale e ha inserito un nuovo obbligo nell’art. 34 del regolamento 165/2014 in cui inserisce l’obbligo di estrarre la propria carta tachigrafica in caso che il conducente si allontani dal mezzo di trasporto. Al suo ritorno dovrà inserire, tramite l’apposita procedura, tutti i periodi relativi ad altre mansioni, tempi di disponibilità, interruzioni guida e periodi di riposo.

Su questo argomento, la commissione europea ha chiarito che non ci sarà alcun obbligo per i conducenti di rimuovere la propria carta dal tachigrafo al termine del periodo di guida giornaliero, ma dovrà assicurarsi che la loro carta sia protetta e utilizzata da loro stessi e dovrà assicurarsi che quando lascia la carta nel tachigrafo, nessun’altra persona abbia l’accesso al veicolo e al tachigrafo.

Il ministero degli interni precisa che l’autista dovrà estrarre la propria carta tachigrafica soltanto quando il mezzo esce dalla sua disponibilità dovuta all’interruzione dell’attività oppure il mezzo passa a un altro conducente. Se il conducente rimane lo stesso, anche se rimane impegnato in altre mansioni, disponibilità, pausa o riposo, sarà possibile lasciare la carta inserita nel tachigrafo digitale.

 

Aggiornamenti tratti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti / Comitato Centrale dell’Albo degli Autotrasportatori.

 

Per ulteriori informazioni sulla gestione automezzi, contattaci direttamente e richiedi la tua consulenza gratuita!

Scrivici!

Richiedi la tua dimostrazione gratuita. Lascia il tuo messaggio!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Iscriviti alla NEWSLETTER e ricevi i migliori consigli di Trasporto e Logistica!

*Registrandomi dichiaro di aver letto l'informativa relativa alla Privacy Policy e di prestare il mio consenso per ricevere informazioni promozionali e commerciali (c.d. finalità Marketing Diretto)

 

Grazie di esserti iscritto! Sarà la nostra responsabilità che tu ne rimanga soddisfatto!

Condividi!

Può essere veramente utile per qualcuno!