image
+39 035 0075083 info@fastplan.it
Autotrasporto Euro 7: riduzione emissioni di CO2 in Europa

Autotrasporto Euro 7: riduzione emissioni di CO2 in Europa

Per il settore dell’autotrasporto sarà introdotto lo standard Euro 7 con lo scopo principale di creare una riduzione di emissioni di CO2 in Europa.

Ancora non è stata stabilita una data di entrata in vigore, ma si stima che il regolamento di introduzione della categoria Euro 7 possa essere approvato entro il 2021.

Con questi aggiornamenti ai limiti delle emissioni si pretende garantire che siano rispettati per l’intera vita del veicolo. Bruxelles ha segnalato che i regolamenti Euro 6 sono insufficienti per raggiungere gli obiettivi fissati dal Green Deal per il 2050.

Sono state avviate delle consultazioni pubbliche dalla Commissione Europea aperte alla partecipazione di tutti i portatori di interesse, dalle autorità nazionali e locali, alle aziende dell’industria automobilistica, fino alle associazioni dei consumatori e ai privati cittadini. Tali consultazioni si concluderanno il prossimo 20 novembre.

Nuovi obiettivi per ridurre le emissioni

Non ci saranno più norme e scadenze diverse pe i veicoli leggeri (come auto e furgoni) e veicoli pesanti (come camion e autobus), questo aiuterà a ridurre costi e incentiverà lo sviluppo di tecnologie a lungo termine.

Si punterà principalmente a un protocollo unitario e uniforme per tutti gli stati per evitare possibili problematiche di omologazione da un territorio all’altro e si cercherà di attuare una misurazione delle emissioni costante e continua direttamente su strada per tenere sotto controllo i valori delle sostanze nocive durante tutta la vita utile del veicolo nel reale utilizzo su strada e non semplicemente al momento del lancio sul mercato. Tutto questo sarà un’evoluzione dell’attuale metodo RDE (Real Driving Emissions).

Nuove tecnologie e costruttori automotive

Attualmente ci sono nuove tecnologie e costruttori automotive in grado di raggiungere livelli di emissioni praticamente prossime allo zero con valori riscontrabili sulle più moderne vetture diesel, benzina, metano e ibride che rispettano la più severa normativa Euro 6d.

Questi risultati sono stati ottenuti grazie a interventi precisi sui motori e sui sistemi di scarico con filtri antiparticolato più potenti, doppi catalizzatori SCR a riduzione catalitica selettiva con doppia iniezione di AdBlue (Urea), doppi sistemi EGR di alta e bassa pressione con più raffreddamento grazie a una migliore gestione e controllo dell’aria aspirata in ingresso e più controllo nell’iniezione del carburante per un ottimale processo di combustione all’interno del cilindro.

Per raggiungere i nuovi e più severi standard richiesti dall’Euro 7, i futuri motori dovranno essere ancora più performanti con sistemi di filtraggio più efficienti installati a ridosso dello stesso motore per poter sfruttare le maggiori temperature del gas di scarico che permetteranno di ridurre le sostanze nocive e il rilasciamento della anidride carbonica (CO2) direttamente collegata al consumo di carburante.

Abbandono della teoria Downsizing

Sempre più forte sarà l’abbandono della teoria Downsizing per il ritorno a cilindrate di maggiori dimensioni con motori sempre più frazionati con passaggi degli attuali 3 e 4 cilindri ai prossimi 6 e 8 cilindri. Questa scelta permetterà recuperare divari prestazionali in termini di potenza.

In conclusione, con l’Euro 7 i sistemi del trattamento dei gas saranno più complessi per rispondere a tecniche legate alla misurazione tra cicli di test e RDE, così come le emissioni registrate a freddo. Con tutto questo stiamo assistendo a una ulteriore evoluzione della filosofia del pensiero motoristico: si passerà dal downsizing all’ibrido per ritornare al rightsizing. La tendenza è un aumento nelle cilindrate.

Come conseguenza, non si potranno rispettare le nuove normative sulle emissioni senza consumare maggiore benzina. Un controsenso alle normative sempre più stringenti, ma purtroppo a livello tecnico questo accadrà.

 

Per gestire al meglio la tua flotta di automezzi e i tuoi giri, ottimizzando i consumi e rispettando l’ambiente, contattaci per una consulenza e dimostrazione gratuita senza impegno! 

Scrivici!

Richiedi la tua dimostrazione gratuita. Lascia il tuo messaggio!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Autotrasporti e Covid-19: raccomandazioni sulla libera circolazione

Autotrasporti e Covid-19: raccomandazioni sulla libera circolazione

Lo scorso 13 ottobre 2020 il Consiglio Europeo ha adottato un approccio coordinato in risposta all’emergenza sanitaria Covid-19 con una raccomandazione che riguarda la libertà di circolazione e di conseguenza al settore dell’autotrasporto.

Lo scopo di questa raccomandazione è quella di evitare frammentazioni e interruzioni nella circolazione e ad accrescere la trasparenza e la prevedibilità per cittadini e imprese.

La raccomandazione contiene una serie di indicazioni per tutelare il lavoro dell’autotrasportatore e garantire la libera circolazione delle merci. Inoltre ha sottolineato che qualsiasi misura che limiti la libertà di circolazione a tutela della salute pubblica deve essere proporzionata e non discriminatoria e deve essere revocata non appena la situazione epidemiologica lo consente.

ECDC: Criteri comuni e mappatura

Tutti gli stati membri devono fornire al Centro Europeo per la prevenzione e controllo delle malattie (ECDC) i seguenti dati:

  • Il tasso di nuovi casi registrati negli ultimi 14 giorni (numero di nuovi casi registrati per 100,000 abitanti).
  • Il tasso di test effettuati ogni settimana (numero di test per 100,00 abitanti).
  • Il tasso di positività del test (percentuale test positivi) nell’ultima settimana.

In base ai dati raccolti negli ultimi 14 giorni, le zone saranno contrassegnate coi seguenti colori:

  • Verde: tasso di casi registrati inferiore al 25% e positività inferiore al 4%.
  • Arancione: tasso di casi registrati inferiore al 50% e positività pari o superiore al 4% oppure se il tasso di casi registrati è compresso fra il 25% e il 150% e la positività inferiore al 4%.
  • Rosso: tasso di casi registrati pari o superiore al 50% e positività pari o superiore al 4%.
  • Grigio: Se le informazioni sono insufficienti oppure se il tasso di test effettuati è inferiore a 300.

Restrizioni alla libera circolazione

Nelle zone verdi, gli stati non devono limitare la libertà di circolazione e non si dovrebbe rifiutare l’ingresso di viaggiatori da altri stati membri.

Per le zone rosse e arancioni, si dovrebbero valutare opportunità di applicare restrizioni in modo proporzionato e non discriminatorio con restrizioni come obbligare ai viaggiatori di sottoporsi a una quarantena oppure a un test prima o dopo l’arrivo.

Gli Stati membri possono inoltre imporre alle persone che entrano nel loro territorio di presentare un modulo per la localizzazione dei passeggeri. Si dovrà elaborare un modulo europeo comune per la localizzazione dei passeggeri che possa essere utilizzato dagli Stati membri.

Comunicazione e Coordinamento delle restrizioni alla libera circolazione.

La decisione di introdurre o meno restrizioni alla libera circolazione al fine di proteggere la salute pubblica rimane di competenza degli Stati membri. Si dovranno fornire al pubblico informazioni chiare, complete e tempestive su eventuali nuove misure o requisiti con almeno 24 ore di anticipo rispetto alla loro entrata in vigore.

 

Vorresti ottimizzare meglio i giri e viaggi dei tuoi automezzi, soprattutto durante questo periodo pieno di restrizioni?

Contattaci e richiedi la tua consulenza e dimostrazione gratuita per cominciare a risparmiare e guadagnare nel trasporto e logistica!

Scrivici!

Richiedi la tua DIMOSTRAZIONE GRATUITA COVID-19 per sfruttare tutte le sue funzionalità SENZA IMPEGNO!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Gestire consegne e ritiri di merce durante e dopo l’emergenza Covid-19 “Coronavirus”?

Gestire consegne e ritiri di merce durante e dopo l’emergenza Covid-19 “Coronavirus”?

Quest’emergenza rivoluzionerà il modo in cui si gestiscono le spedizioni di merce e le consegne a domicilio. Di conseguenza bisogna organizzarsi con efficienza e appoggiarsi a tecnologie di ottimizzazione del trasporto e logistica.

Durante questa crisi sanitaria molte aziende sono bloccate mentre altre attività stanno subendo un drastico calo del fatturato.Invece, altre aziende come quelle del settore alimentare, hanno avuto un aumento nel volume delle merci da trasportare.

I supermercati e negozi di alimentari stanno avendo una domanda costante da parte dei loro clienti. Mentre più ristoranti e si trovano a improvvisare e aumentare i servizi di  consegne a domicilio.

Non c’è alcun dubbio che tutta la nostra economia sia cambiata e cambierà ancora nei prossimi mesi. Uno dei settori che cambierà di più e avrà bisogno di una gestione più efficiente, sarà senza dubbio il settore del trasporto e logistica.

Ma non sarà solo una sfida che riguarderà alle aziende di servizi di trasporto. Sarà una sfida per tutti i settori, giacché più spesso diventerà tassativo fare delle consegne e ritiri a domicilio oppure “in loco”.

Di conseguenza, anche le aziende di produzione, negozi e ristoranti vari dovranno far fronte a una domanda crescente di consegne e ritiri di prodotti, merci e servizi con richiesta di consegna a domicilio.

Per far fronte a un mondo che è cambiato e che cambierà ancora, bisognerà organizzare efficientemente i sistemi di far “delivery” e bisognerà avere il supporto di nuove tecnologie che ci aiutino con la gestione del trasporto e logistica.

Non basterà organizzare i giri nei fogli di excel, che possono perdersi oppure creare confusione fra i colleghi perché non danno la possibilità di lavorare in modo interattivo e con dati aggiornati in tempo reale.

Consegne efficienti durante il covid-19 con FastPlan

FastPlan Software è un gestionale di trasporto che ti permette di ottimizzare i giri di tutta la flotta di automezzi creando un forte risparmio inmediato!. Avrai risultati tangibili e concreti che potrai misurare nel giro di pochi giorni!

Perché adesso che si pensa alla ripartenza, dell’economia in generale, bisognerà tener conto che si partirà ma con forti restrizioni soprattutto sugli spostamenti.

FastPlan consapevole di questa situazione, mette a disposizione di tutte le aziende di qualsiasi settore, tutte le funzionalità del software gratuitamente,per un tempo limitato, durante questa emergenza dovuta al coronavirus.

Devi ottimizzare le tue risorse al massimo e FastPlan ti aiuterà a farlo permettendoti di:

  • Lavorare in modo interattivo e in tempo reale con tutte le persone del tuo team. Per gestire i tuoi giri in maniera ottimale facendoti risparmiare carburante, tempo, sforzo e denaro.
  • Riuscire a lavorare con un numero illimitato di persone contemporaneamente e in tempo reale con dati precisi e aggiornati da qualsiasi device, basta avere internet.

Adesso più che mai, comincia a organizzare il modo in cui gestisci il trasporto e la logistica della tua attività in modalità “smartworking”. Permette ai tuoi collaboratori di lavorare da remoto senza preoccupazioni.

Permetti a te stesso di gestire con semplicità e da qualsiasi posto tutta la gestione dei tuoi ritiri e consegne.

Contattaci per una consulenza Gratuita e tutte le sue funzionalità gratuitamente durante e dopo il covid-19!

Scrivici!

Richiedi la tua DIMOSTRAZIONE GRATUITA COVID-19 per sfruttare tutte le sue funzionalità SENZA IMPEGNO!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Iscriviti alla NEWSLETTER e ricevi i migliori consigli di Trasporto e Logistica!

*Registrandomi dichiaro di aver letto l'informativa relativa alla Privacy Policy e di prestare il mio consenso per ricevere informazioni promozionali e commerciali (c.d. finalità Marketing Diretto)

 

Grazie di esserti iscritto! Sarà la nostra responsabilità che tu ne rimanga soddisfatto!

Condividi!

Può essere veramente utile per qualcuno!