image
+39 035 0075083 info@fastplan.it
Ebilog: iniziative per il 2021 per il settore autotrasporto

Ebilog: iniziative per il 2021 per il settore autotrasporto

Finalmente è stato stabilito il piano di iniziative di Ebilog relativo al 2021, l’Ente Bilaterale Nazionale per la Logistica, il Trasporto Merci e la Spedizione.

Come presentare le domande EBILOG

Da quest’anno tutte le domande dovranno essere inoltrate solo per via telematica. Tutti i bandi sono disponibili sul sito di Ebilog dallo scorso 22 marzo e le domande potranno essere presentate a partire dal 29 marzo.

Tutti i bandi sono rivolti alle imprese ed ai dipendenti iscritti ed in regola con i versamenti ad Ebilog.

In cosa consistono le iniziative di EBILOG 2021

In particolare si segnala che per quanto riguarda il bando sulla formazione è stato introdotto un nuovo meccanismo di ammissione delle domande in base alla formazione di una graduatoria costruita su una serie di requisiti che riguardano l’anzianità di iscrizione ad Ebilog, la classe dimensionale dell’impresa, l’economicità del piano, la percentuale dei lavoratori in formazione, nonché il soggetto attraverso cui viene effettuata la formazione riconoscendo un punteggio più elevato se si attua il piano formativo per il tramite di un ente accreditato da Ebilog.

In continuità con lo scorso anno sono state confermate le seguenti iniziative ad alcune delle quali sono state apportate delle modifiche:

  • Borse di studio per l’anno accademico 2019/2020;
  • Interventi in materia di sospensione della patente per i conducenti professionali;
  • Interventi in materia di solidarietà;
  • Contributi per l’acquisto di libri scolastici;
  • Contributi per servizio mensa per asili, scuola materna e dell’obbligo;
  • Contributi in caso di malattie particolarmente gravi;
  • Contributi per rette di frequenza all’Università;
  • Contributi per l’attivazione di tirocini;
  • Contributi per l’assunzione di giovani conducenti a seguito di percorsi bilaterali;
  • Contributi a sostegno dei lavoratori sospesi dal lavoro causa Covid-19.

Per maggiori informazioni, visitate il sito www.ebilog.it.

Scrivici!

Richiedi la tua dimostrazione gratuita. Lascia il tuo messaggio!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Incentivi Autotrasporto: 5 Milioni di euro per la formazione professionale

Incentivi Autotrasporto: 5 Milioni di euro per la formazione professionale

Lo scorso 7 gennaio del 2021 la Ministra delle Infrastrutture e Trasporti, la Signora Paola di Micheli ha firmato il decreto per destinare 5 Milioni di euro per la formazione professionale come incentivi per il settore dell’autotrasporto.

La Ministra De Michele ha segnalato che sono risorse molto importanti, giacché promuovere una formazione professionale continua e qualificata significa investire sulle persone che sono il principale patrimonio delle aziende. Aggiornare e valorizzare il capitale umano diventa strategico per un settore che ha un ruolo fondamentale nell’economia e nella tenuta del sistema paese.

Come usufruire dei fondi per il settore autotrasporto

I fondi destinati al settore autotrasporto dovranno essere utilizzati per formazione o aggiornamento professionale degli operatori con la finalità di acquisire competenze adeguate alla gestione d’impresa, nuove tecnologie, sviluppo della competitività e sicurezza stradale e sul lavoro.

Bisogna chiarire che da questi incentivi, sono esclusi i corsi di formazione che hanno la finalità di accedere alla professione, così come i rinnovi di titoli richiesti in maniera obbligatoria per esercitare la professione di autotrasportatore.

Come devono essere erogati i corsi oggetti di finanziamento

L’attività formativa deve essere avviata a partire dal 19 aprile 2021 e concludersi entro il 6 agosto 2021 e considerando l’attuale stato di emergenza sanitaria, la formazione a distanza costituisce la modalità di svolgimento preferenziale.

I corsi oggetto di finanziamento devono essere realizzati attraverso piani formativi aziendali, oppure interaziendali, territoriali o strutturati per filiere.

Destinatari incentivi autotrasporto

I soggetti destinatari che possono usufruire di questi incentivi destinati al settore autotrasporto sono tutte le aziende di autotrasporto per conto terzi, i cui titolari, soci, amministratori, nonché dipendenti o addetti siano inquadrati nel contratto collettivo nazionale logistica, trasporto e spedizioni.

Quando presentare le domande per usufruire dei contributi

Le domande per accedere ai contributi devono essere presentate a partire dal 15 febbraio 2021 ed entro il termine perentorio del 19 marzo 2021, seguendo le specifiche modalità che saranno pubblicate, a partire dal 1° febbraio 2021, sul sito della Società R.A.M. S.p.a., e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Quali sono i contributi massimi erogabili per le attività di formazione per il settore autotrasporto

Il contributo massimo erogabile per l’attività formativa è fissato secondo differenti soglie che variano dai 15mila euro per le microimprese (con meno di 10 occupati) ai 200mila per le grandi imprese (con 250 o più occupati), mentre i raggruppamenti di imprese possono ottenere un contributo massimo di 800mila euro. Le spese complessive inerenti all’attività didattica dovranno essere pari o superiori al 50 per cento di tutti i costi ammissibili.

Per maggiori informazioni su come usufruire al meglio di questi contributi, richiedi la consulenza di FastPlan Software per accedere in maniera semplice ai finanziamenti e avere un piano efficace che possa includere sia formazione che sistemi tecnologici adatti a far diventare più profittevole e competitiva la tua attività di trasporto e logistica.

Scrivici!

Ti forniamo una Consulenza Gratuita per usufruire degli incentivi!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Gestione Autotrasporti durante la crisi

Gestione Autotrasporti durante la crisi

Non c’è dubbio alcuno che la gestione degli autotrasporti sia cambiata durante la crisi generata per l’emergenza sanitaria in corso durante tutto l’anno 2020. Come conseguenza, l’anno entrante 2021 sarà un anno pieno di sfide che richiederà dei forti aggiustamenti e aggiornamenti da parte di tutte le aziende italiane in generale.

Su questo articolo ci focalizzeremmo nelle aziende di autotrasporto, ma i consigli che stiamo per elencare, potrebbero applicarsi a qualsiasi tipologia di azienda di produzione oppure di servizi.

Le principali azioni da intraprendere nel settore autotrasporto e logistica nei momenti di difficoltà sono:

  1. Analisi Finanziaria
  2. Promozione Aziendale
  3. Strategia Commerciale
  4. Riorganizzazione
  5. Equilibrio

Analisi Finanziaria di un’azienda di autotrasporti

La verità della realtà attuale è che ci saranno sempre delle crisi e delle sfide da affrontare, indipendentemente del coronavirus o qualsiasi crisi sanitaria attuale o futura.

L’unica soluzione che c’è a disposizione è riuscire a adattarsi. Per farlo, la prima domanda che ci si deve fare come titolare di un’azienda di autotrasporti oppure di qualsiasi azienda che gestisca automezzi è:

Sappiamo la percentuale dei nostri costi fissi?

Costi autotrasporto: costi fissi e costi variabili

I costi fissi sono tutti quei costi che abbiamo indipendentemente dal nostro fatturato, come Personale, Affitti, Mutui, Luce, Riscaldamento, Commercialista, Consulente del lavoro, ecc. … Mentre i costi variabili sono quelli che variano in funzione dell’operato o fatturato. Più si lavora, più i costi variabili aumentano. I costi variabili nell’autotrasporto sono: il carburante, l’autostrada, la manutenzione, ecc.….

I primi numeri da tenere sotto controllo sono i costi variabili e i costi fissi, perché se cala il fatturato, si deve lavorare sui costi fissi. Per rimanere in piedi come autotrasportatori nei momenti di difficoltà, ci si può aiutare con la “cassa integrazione” per pagare il personale, come costi variabili, ci sarà una riduzione del carburante perché il fatturato calerà e così via dicendo. La chiave rimane in tenere sotto controllo tutti gli aspetti finanziari dell’azienda per riuscire a utilizzare al meglio le risorse a disposizione.

Un consiglio: Tieni d’occhio il fatturato mensile per riuscire a scalare da lì tutti i costi fissi e variabili e poi tiri via da lì anche una quota al mese di ammortamento.

Per il costo del personale devi calcolare il costo lordo più tutti i ratei (13° 14° Tfr ferie non godute). A quel punto riuscirai a capire quanto utile avrai prodotto nel mese.

Liquidità aziendale in un’azienda di trasporti

Altro dato fondamentale da tenere d’occhio tutti i mesi sarà la tua liquidità. Dobbiamo guardare tutti i mesi quanto denaro abbiamo speso e quanto ne abbiamo incassato. Questo dato, in questo periodo, è forse più importante del primo (quello relativo all’utile). Non che il dato dell’utile non sia importante anzi, ma la liquidità sarà quella che ti consentirà di rimanere in vita. Te puoi anche fare buoni utili ma se poi i clienti non ti pagano come farai a pagare tutti i tuoi costi operativi?

Se dopo avere fatto questi conti vedi che tutto sommato stai in piedi allora devi focalizzarti su come fare per non perdere troppo fatturato, quindi non fermarti e continua con la promozione della tua azienda.

Promozione Aziendale nell’autotrasporto

Tante aziende di autotrasporto appena vedono calare il fatturato, il primo taglio ai costi che fanno è sulla promozione aziendale. Niente di più sbagliato!

È proprio in momenti come questo che non devi fermarti perché questi non sono costi ma investimenti.

La prima domanda che ti devi fare quando fai marketing è questa: quante persone conoscono i nostri prodotti o servizi? Non è mai abbastanza…. E come fare allora?

Bisogna PROMUOVERE e RAFFORZARE IL MARCHIO la nostra attività attraverso più canali: social media, newsletters, video, Google Ads, ecc.… queste azioni ti serviranno per renderti visibile nel caso in cui qualcuno abbia bisogno dei tuoi servizi.

Tante volte ti ritroverai a spendere soldi in sponsorizzate e a volte sembrerà che non ti ritorni nulla, ma non devi mollare, devi persistere perché tutto ritornerà in visibilità e forza per il tuo marchio. Fatti seguire da una persona capace che sia in grado di forniti dati come:

  • Che giorni della settimana ti vedono di più e in quali orari
  • Quali sono i post più cliccati
  • Dove si trovano i tuoi utenti
  • Da quali dispositivi si collegano al tuo sito
  • Riesca a darti un riassunto con dei grafici sull’andamento della tua presenza online e delle tue campagne

Solo avendo sottomano tutti i dati, riuscirai a introdurre delle strategie che ti permetteranno di arrivare a raccogliere dei contatti diretti interessati al tuo prodotto o servizio grazie a una strategia commerciale efficace.

Strategia commerciale nell’autotrasporto

Dopo aver attuato un piano di promozione che ti permetterà avere visibilità su diversi fronti e raccogliere diverse informazioni utili, dovrai stabilire una strategia commerciale che ti permetta di raccogliere tutti i giorni dei contatti diretti.

Oltre a contattare i potenziali clienti potenziali che ti arriveranno grazie alle attività di promozione, dovrai elaborare un piano per suonare campanelli e fare degli appuntamenti telefonici. Questa è un’azione vincente.

Per fare 20 campanelli, ci vuole mezza giornata. Lo scopo principale dell’attività dei campanelli è quella di prendere il biglietto da visita dell’azienda e del responsabile che segue i trasporti. Una volta ottenuto il contatto diretto, si torna in azienda per mandare una lettera di presentazione con scritto:

“Buongiorno, oggi ho avuto il piacere di venire a visitare la vostra azienda. Io mi chiamo……. E mi occupo…… mi piacerebbe fissare un incontro conoscitivo al fine di presentarle nel dettaglio i nostri servizi………”

Questa azione è da fare tutti i giorni. 20 contatti al giorno corrispondono a 400 mese!

Quando si torna in azienda si trascriveranno tutti i contatti raccolti in un data base che si consegnerà al responsabile marketing. Questo data base ha un valore immenso, giacché si potranno inviare costantemente delle comunicazioni che ci permetteranno di stabilire un rapporto con il cliente potenziale.

Un’altra azione da fare è quella di scaricare delle liste aziendali da internet per telefonarle e provare a fissare un appuntamento. La finalità sarà quella di direttamente con il responsabile del trasporto e logistica o con il titolare aziendale per fissare un appuntamento. L’obbiettivo sarà quello di raggiungere 30 contatti al giorno.

Dedicando mezza giornata a fare campanelli o telefonate, potrai dedicare il resto della giornata a elaborare preventivi e fare degli appuntamenti. Con il tempo riuscirai a fare più appuntamenti e meno telefonate o visite a freddo. La perseveranza sarà fondamentale, non mollare la presa. Appena si riuscirà ad avere dei momenti liberi, si deve continuare a fare delle telefonate e a suonare dei campanelli.

Seguendo queste azioni, riuscirai a fare cento clienti nuovi all’anno. Comprovato statisticamente!

Con tanti clienti nuovi, dovrai riorganizzare il tuo modo di lavorare per ottimizzare le tue risorse ed efficientare i tuoi processi.

Riorganizzazione nella gestione di automezzi, trasporto e logistica

Grazie alle azioni fin qui descritte otterrai molto, ma grazie alla riorganizzazione riuscirai a fare la vera differenza per la tua azienda di trasporto.

Bisognerà guardare tutti i tuoi processi attuali, cercando l’aiuto di un consulente aziendale in materia che sia esterno all’azienda. Perché essendo all’esterno dell’azienda, riuscirà a vedere meglio le aree di opportunità. L’obbiettivo sarà di raggiungere più risultati con meno sforzo. Alleggerendo il carico di lavoro, ti consentirà di gestire più carico di lavoro con meno collaboratori. Come conseguenza aumenterai il tuo fatturato con meno spesa. Come risultato, aumenterai il tuo utile.

Diventerà fondamentale aiutarti con un gestionale di automezzi, trasporto e logistica che riesca ad organizzare al meglio il lavoro ottimizzando meglio i viaggi con un risparmio significativo, grazie all’ottenimento di dati aggiornati in tempo reale. Con un gestionale specializzato e di facile intuizione come FastPlan Software riuscirai ad ottenere maggiori guadagni.

Cercare l’equilibrio nel trasporto e logistica

Trovare l’equilibrio in azienda è una vera sfida per qualsiasi imprenditore. Si deve motivare e gestire al meglio il personale, perché senza l’avere una strategia di lavoro e senza la giusta guida, indipendentemente di tutte le azioni che si prenderanno, i soldi non basteranno mai!

La vera sfida è riuscire a trovare un equilibrio all’interno dell’azienda, tra le persone e le aree di lavoro. Quando si arriverà ad avere un equilibrio in azienda, si riuscirà a fare veramente dei buoni utili.

Autotrasporto: Come aumentare il fatturato e gli utili?

L’unica frase e consiglio che aiuta a qualsiasi azienda ad aumentare il fatturato e generare degli utili, sia questa un’azienda di autotrasporto oppure di produzione o servizi vari è:

“Trasforma la tua paura in opportunità”

La crisi del 2009 ci ha fatto capire che il mondo è cambiato per sempre e che bisognava spingere di più per portare a casa dei risultati a livello commerciale, adesso con quest’emergenza sanitaria del Covid-19, tante aziende di autotrasporto si sono viste nella necessità di riorganizzare il loro lavoro e ripensare ai loro processi. Si entra in un’era più digitale, in cui il fatto di avere dei risultati corretti, chiari e aggiornati in tempo reale diventa la chiave per prendere decisioni che saranno di fondamentale importanza per il futuro della tua azienda.

FastPlan Software è il gestionale semplice, pratico e intuitivo che aiuta alle aziende di autotrasporto a ottimizzare le loro risorse con dati chiari e aggiornati, permettendo in questa maniera di ottenere grandi risparmi e generare di conseguenza più utilità.

Contattaci e ricevi una consulenza gratuita, accompagnata da una demo, dal gestionale fatto dai trasportatori per i trasportatori!

Scrivici!

Comincia a gestire la tua azienda di autotrasporti al meglio durante la crisi!

Scrivici!

Richiedi la tua dimostrazione gratuita. Lascia il tuo messaggio!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Novità Autotrasporto: Conversione DL agosto

Novità Autotrasporto: Conversione DL agosto

Importanti novità che riguardano il settore dell’autotrasporto in tema di lavoro, risorse a disposizione, incentivi, contributi e misure con la conversione del Decreto Agosto nella Legge n. 126 del 13 ottobre 2020.

Conversione DL agosto: Novità in tema di lavoro per il settore autotrasporto

Confermata proroga Cassa Integrazione fino al 31 dicembre 2020

Per quanto riguarda il lavoro, la conversione in legge ha confermato, senza modifiche l’articolo relativo alla Cassa Integrazione. I datori di lavoro che, nell’anno 2020, sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza da Covid-19.Le aziende possono presentare domanda di concessione dei trattamenti di Cassa integrazione ordinaria, Assegno ordinario e Cassa integrazione in deroga per una durata massima di 9 settimane, che possono essere incrementate di ulteriori 9 settimane, da fruire solo a condizione che sia stato già interamente autorizzato il primo periodo di 9 settimane.
Ad ogni modo, le complessive 18 settimane devono essere collocate nel periodo ricompreso tra il 13 luglio 2020 e il 31 dicembre 2020.

Confermato l’esonero dei contributi previdenziali per le aziende che non richiedono trattamenti di cassa integrazione.

È stato confermato anche l’esonero dei contributi previdenziali sia per aziende che non richiedono trattamenti di cassa integrazione, sia nel caso di assunzioni a tempo indeterminato in favore dei datori di lavoro, che assumono lavoratori subordinati a tempo indeterminato, fino al 31 dicembre 2020.
Confermata, inoltre, la proroga fino al 31 dicembre 2020 per rinnovare o prorogare i contratti di lavoro subordinato a termine per una sola volta e per un periodo massimo di 12 mesi (nel rispetto della durata massima complessiva di 24 mesi), anche in assenza di causale e per una sola volta.

Confermata proroga del blocco dei licenziamenti e ampliamento del diritto di  Smart Working per i lavoratori.

La proroga del blocco dei licenziamenti collettivi e individuali è stata confermata per giustificato motivo oggettivo fino al 31 dicembre 2020.
È stato ribadito e ampliato il diritto allo Smart working per lavoratori con figli ed è stato previsto, in sede di conversione, per i lavoratori “fragili”, che fino al 15 ottobre 2020 il periodo di assenza dal servizio sia equiparato al ricovero ospedaliero.
È stato previsto che a decorrere dal 16 ottobre e fino al 31 dicembre 2020, i lavoratori fragili debbano svolgere di norma la prestazione lavorativa in modalità agile, anche attraverso l’adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti collettivi vigenti, o lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale anche da remoto.

Contributi, agevolazioni, dotazione sanitaria e risorse messe a disposizione per l’autotrasporto

Contributo per l’omologazione dei mezzi di trasporto merci

Sul fronte dell’autotrasporto è stato introdotto in via sperimentale un contributo per i soggetti che entro il 31 dicembre 2021 omologhino mezzi per il trasporto merci inferiori a 3,5 tonnellate a seguito di trasformazione ad alimentazione elettrica. Si tratta di un contributo del 60% del costo sostenuto per la trasformazione che può arrivare a un massimo di 3.500 euro, a cui si aggiunge un contributo del 60% delle spese relative all’imposta di bollo per l’iscrizione al pubblico registro automobilistico, all’imposta di bollo e all’imposta provinciale di trascrizione.

Confermato l’esonero contributivo con un’agevolazione pari al 30%

Confermato l’esonero contributivo previsto dal decreto-legge che prevede un’agevolazione pari al 30% dei complessivi contributi previdenziali dovuti a favore delle imprese operanti nelle regioni del Mezzogiorno, concedibile fino al 31 dicembre 2020.

Aumento della dotazione sanitaria per la sanificazione degli ambienti

Con la conversione in legge del Decreto Agosto,  vengono rafforzate le misure dirette alla sanificazione degli ambienti: la dotazione finanziaria è aumentata di 403 milioni di euro per l’anno 2020 passando così dai 200 milioni previsti dal decreto-legge Rilancio, a un totale di 603 milioni di euro.

Risorse Fondo Autotrasporto di 5 Mln di euro confermate

Sono state confermate le risorse aggiuntive al Fondo autotrasporto per 5 milioni di euro, destinate ad aumentare gli importi delle spese non documentate, ed è stato confermato l’obbligo di riversamento allo Stato delle somme rimaste in disponibilità dei consorzi e delle cooperative di autotrasporto incassate a titolo di riduzione dei pedaggi autostradali e ancora non assegnate alle imprese beneficiarie. In particolare, è stabilito che queste ultime somme siano riassegnate al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e poi destinate a iniziative deliberate dall’Albo Nazionale degli Autotrasportatori per il sostegno del settore e per la sicurezza della circolazione.

Per avere maggiori informazioni, il testo definitivo del Decreto agosto 2020 in formato pdf che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 14 agosto si può scaricare direttamente sui seguenti link:

 

Per maggiori informazioni sulle diverse agevolazioni e novità in corso per il settore dell’autotrasporto, richiedi la tua consulenza gratuita!

FastPlan è il software che ti permette risparmiare e guadagnare con la gestione dei tuoi automezzi, trasporto e logistica, prenota la tua dimostrazione gratuita!

 

Scrivici!

Richiedi la tua dimostrazione gratuita. Lascia il tuo messaggio!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Autotrasporto: pagamento a rate dei versamenti sospesi per COVID-19

Autotrasporto: pagamento a rate dei versamenti sospesi per COVID-19

Grazie alla Federazione di Autotrasportatori Italiani con l’associazione Provinciale di Bergamo conosciuta come FAI BERGAMO, abbiamo avuto modo di avere le istruzioni per usufruire del pagamento a rate dei versamenti sospesi per il settore autotrasporto.

Pagamento a rate dei contributi sospesi come conseguenza dell’emergenza COVID-19

Con messaggio n. 3274 del 9 Settembre del 2020, l’Inps ha dettato le istruzioni per il versamento (in unica soluzione o in quattro rate) della prima metà dei contributi sospesi in conseguenza dell’emergenza COVID-19, secondo le nuove disposizioni contenute nel cd decreto-legge di agosto (dl 104 del 14 agosto dell’anno in corso) che, ricordiamo, stabiliscono una diversa modulazione dell’adempimento rateale, come di seguito riportata:

  • per un importo pari al 50% delle somme oggetto di sospensione, in un’unica soluzione o mediante rateizzazione, fino ad un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020;
  • per il restante importo, pari al rimanente 50% delle somme dovute, può essere versato mediante rateizzazione senza applicazione di sanzioni e interessi, fino ad un massimo di ventiquattro rate mensili di pari importo, con versamento della prima rata entro il 16 gennaio 2021. Con il messaggio in commento, l’Inps ha fornito le istruzioni circa il versamento a rate della prima metà, di cui la prima – come scritto – è in scadenza il 16 settembre mentre le altre quattro vanno corrisposte entro il giorno 16 di ciascun mese successivo; per il pagamento della seconda metà, l’Istituto si è riservato di fornire istruzioni specifiche.

Per Aziende con dipendenti e Committenti tenuti al versamento dei contributi alla Gestione separata

Versamento in 4 rate del 50% delle somme dovute. Il versamento delle prime quattro rate di pari importo va eseguito, utilizzando i codici F24 e le modalità riportate nel messaggio sopra richiamato. Artigiani e commercianti Destinatari (D.L. n. 23/2020, c. 1,2, 3, 4 e 5): titolari di imprese la cui forma giuridica sia ditta individuale e impresa familiare; iscritti alle gestioni in possesso dei requisiti previsti dalla norma, compresi i soci lavoratori di società (si veda Circolare Inps n. 59 del 16.5.2020).

Con diminuzione del fatturato o dei corrispettivi devono essere riferiti all’impresa per la quale sussiste l’obbligo di iscrizione alla gestione.

Versamento in 4 rate del 50% delle somme dovute con modello F24 precompilato.

È necessario utilizzare la code line visualizzabile nel Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti alla sezione Posizione assicurativa – Dilazioni: “Mod. F24 Covid19”, da cui è possibile scaricare anche il relativo modello “F24” precompilato.

Per accedere a tutte le informazioni, visitate il portale INPS e per accedere direttamente al messaggio originale cliccate direttamente qui su questo link!

Vorresti risparmiare e gestire meglio le finanze della tua ditta di autotrasporti o del dipartimento del trasporto e logistica della tua azienda? Richiedi la tua CONSULENZA GRATUITA compilando il form!

Scrivici!

Richiedi la tua dimostrazione gratuita. Lascia il tuo messaggio!

Dichiarazione sulla Privacy Policy ai sensi dell'art.13 GDPR

Consenso Finalità Marketing Diretto

Iscriviti alla NEWSLETTER e ricevi i migliori consigli di Trasporto e Logistica!

*Registrandomi dichiaro di aver letto l'informativa relativa alla Privacy Policy e di prestare il mio consenso per ricevere informazioni promozionali e commerciali (c.d. finalità Marketing Diretto)

 

Grazie di esserti iscritto! Sarà la nostra responsabilità che tu ne rimanga soddisfatto!

Condividi!

Può essere veramente utile per qualcuno!